La festa di Ati-Athan

Gennaio nelle Filippine per la festa di Ati-Athan e il Santo Niño

Tutto ha inizio al primo rullare di tamburi...ogni terza domenica di gennaio quando le strade della tranquilla Kalibo Aklan vengono inondate da ritmi, danze, maschere e costumi tribali, corpi decorati e coreografie per la "Madre di tutte le feste", l'Ati Atihan, un evento unico che coinvolge tutta la popolazione da circa 700 anni.

"Ati Atihan" significa "essere come un Ati". Gli Ati o Aetas sono il primo popolo indigeno ad aver abitato l'arcipelago filippino, ed ancora oggi vivono tra gli altopiani del Paese.
L'invasione spagnola ha portato ad una "colonizzazione" culturale e religiosa che ha influenzato questa antica festa combinandola con elementi cattolici e portandola ad essere anche riconosciuta come la Festa del Santo Niño o del Bambino Gesù.

Oggi si assiste ad uno spettacolo unico per la ricchezza e la varietà che testimoniano l'incontro e la convivenza di passato e presente.
La mescolanza di riti sacri e profani, pur intrisi di grande spiritualità, richiama milioni di spettatori/partecipanti da tutto il mondo.

Condividi

Contattaci per avere informazioni su questo contenuto

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Altri articoli